Home > Chagall, Tagore > La luna

La luna

*

La sera era solitaria per me,

ed io me ne stavo a leggere un libro,

finché il cuore mi divenne arido,

e mi parve che la bellezza fosse cosa

confezionata dai mercanti di parole.

Stanco chiusi il libro e spensi la candela.

In un istante la camera si riempì

del chiaror della luna.

Spirito di bellezza, come potevi tu,

che inondi di splendore il cielo,

startene nascosto dietro

una piccola fiammella di candela?

E come le poche parole vane

d’un libro potevano sollevare un nembo

a velar quella parola che ha colmato

d’ineffabile pace il cuor della terra?

(R. Tagore)

*

M. Chagall, Homage to the past

*


  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: