Archivio

Archive for the ‘Tjutčev’ Category

Sogno sul mare

7 gennaio 2010 1 commento

*

– Sogno sul mare –

E il mare e la tempesta agitavano la nostra barca;

Io, assonnato, mi abbandonavo al capriccio delle onde.

Due infiniti erano dentro di me,

giocavano con me a loro piacere.

Intorno a me come cembali risuonavano gli scogli,

si chiamavano i venti con grida, e cantavano le onde,

io giacevo stordito nel caos dei suoni,

ma sul caos dei suoni si innalzava il mio sogno.

Risplendente, morboso, incantato e muto,

leggero spirava sulla risonante tenebra.

Nell’ardore della febbre creava il suo mondo:

la terra verdeggiava, scintillava l’etere,

giardini-labirinti, palazzi, colonne,

e brulicava una folla di esseri silenziosi.

Riconobbi tanti volti a me sconosciuti,

vedevo creature di incanto, uccelli misteriosi,

sull’alto del creato camminavo come un dio,

e immobile sotto di me risplendeva il mondo,

ma attraverso tutti i sogni, come il grido di un mago,

mi arrivva il rimbombo dell’abisso marino,

e nella calma plaga delle visioni e dei sogni

irrompeva la schiuma delle onde ruggenti.

(F. I. Tjutčev)

*

Annunci

Volto

4 dicembre 2009 Lascia un commento

*

Ancora mi struggo per l’angoscia dei desideri,

Ancora l’anima mia ti desidera,

E nella tenebra dei ricordi

Ancora io rivedo il tuo volto…

Il tuo caro, indimenticabile volto,

Che è sempre, e ovunque, davanti a me

Così inafferrabile, così immutato,

Come una stella nel cielo notturno.

(F. I. Tjutčev)

*

L’oscuro fuoco del desiderio

6 novembre 2009 3 commenti

A. Modigliani, Ritratto di Jeanne Hébuterne

*

Amo i tuoi occhi, amica mia,

E il loro gioco d’incanto e di fuoco,

Quando, d’un tratto, tu li sollevi

E come un lampo nel cielo

Rapida intorno ti guardi…


Ma vi è un incanto ancor più intenso;

Quando nei tuoi occhi chini,

Nel momento del bacio appassionato,

Attraverso le tue ciglia abbassate

Arde il cupo fuoco del desiderio.

(F. I. Tjutčev)

*

G. Klimt, Il bacio

*

SILENTIUM!

5 novembre 2009 Lascia un commento

K. Malevič, Quadrato nero su fondo bianco

– SILENTIUM! –


Taci, appàrtati e nascondi

I tuoi sentimenti e i tuoi sogni,

E lascia che nella profonda anima

Essi si alzino e tramontino

Silenziosamente, come stelle nella notte.

Contemplale, e taci.


Come potrebbe il cuore esprimersi del tutto?

E un altro come potrebbe capirti?

O comprendere il senso della tua vita?

Il pensiero espresso è menzogna;

Scavando intorpidisci le fontane!

Bevi a queste fontane, e taci!


Sappi vivere solo di te stesso;

C’è nella tua anima un mondo intero

Di pensieri incantati e misteriosi;

L’esterno rumore li stordisce,

I raggi del giorno li disperdono,

Ascolta il loro canto e taci!…

(F. I. Tjiutcev)

*

K. Malevic, Quadrato Bianco